Scuola e insegnanti precari di religione cattolica: importante decisione della Corte Ue

14 gennaio 2022

Generico ,Scuola ,Religione cattolica , precari , giustizia sentenza ,corte ue

Scuola e insegnanti precari di religione cattolica: importante decisione della Corte Ue

Scuola e precariato

“La Corte Ue affida al giudice del rinvio italiano di verificare se sia discriminatoria - rispetto agli altri precari della scuola - il ricorso alla successione dei contratti a tempo determinato degli insegnanti di religione senza che ne derivi il diritto all'immissione in ruolo. Spartiacque per valutarne la legittimità è l'esigenza duratura o meno del datore di lavoro pubblico di assicurarsi un numero prestabilito di insegnanti di religione cattolica. Così la Cgue, con la sentenza sulla causa C-282/19, interpreta le clausole 4 e 5 dell'accordo quadro sul lavoro a tempo determinato. E nel fornire tale interpretazione la Cgue chiarisce anche che non vi è in una tale situazione una discriminazione fondata sulla religione. Neanche in base alla necessità che l'insegnante sia dotato di un titolo rilasciato dalla Chiesa cattolica.”

La decisione della Corte. LEGGI

Il Commento di La notizia su Il Sole 24 ORE - Diritto24. LEGGI 

torna all'inizio del contenuto