AGI Lombardia in collaborazione con la Scuola Superiore della Magistratura del Distretto di Milano e il Centro Studi Domenico Napoletano di Milano

14 ottobre 2019

Generico ,

AGI Lombardia in collaborazione con la Scuola Superiore della Magistratura del Distretto di Milano e il Centro Studi Domenico Napoletano di Milano


 

I LICENZIAMENTI PER MOTIVI OGGETTIVI E SOGGETTIVI

LA RIDEFINIZIONE DEL SINDACATO GIURISDIZIONALE ALLA LUCE DELLE RIFORME LEGISLATIVE E DEI PIÙ RECENTI ORIENTAMENTI DI LEGITTIMITÀ


Lunedì 14 ottobre 2019
dalle ore 09.00 alle 18.30
AULA MAGNA EMILIO ALESSANDRINI – GUIDO GALLI 

PALAZZO DI GIUSTIZIA DI MILANO 

 

Responsabile ed esperto formatore:


Chiara COLOSIMO 

Referente Formazione Decentrata del Distretto di Milano, Giudice della Sezione Lavoro del Tribunale di Milano 


Presentazione dell’incontro. Nell’ultimo decennio, il sindacato giurisdizionale in materia di licenziamenti ha mutato integralmente fisionomia. Da un lato, si pongono i numerosi interventi del Legislatore che ne ha ridefinito i limiti, sia con disposizioni che espressamente lo hanno regolato, sia per il tramite di norme che ne hanno precisato i confini ridisegnando ambiti e forme di tutela per il caso di licenziamento illegittimo. 

Ci si riferisce, segnatamente, all’art. 30 Legge 183/2010, anche per come successivamente rafforzato dall’art. 1, co. 43, Legge 92/2012, alla “Riforma Fornero” di cui alla Legge 92/2012 per come ha modificato l’art. 18 Legge 300/1970 e, infine, al “Jobs Act” di cui al Decreto Legislativo 23/2015. 

Un percorso normativo che ha imposto una totale inversione di prospettiva nell’accertamento dell’illegittimità del licenziamento (che deve, oggi, muovere necessariamente dal “fatto” posto a fondamento della risoluzione del rapporto), così come nell’approccio alle forme di tutela riconosciute dalla Legge (con il consolidamento della tutela indennitaria quale forma di tutela ordinaria e il superamento della regola della tutela reintegratoria, limitata a ipotesi specificamente tipizzate). 

Parallelamente, si è registrata una rilevante evoluzione – anche nel segno della discontinuità – degli orientamenti giurisprudenziali di legittimità, con interventi oltremodo significativi nella definizione del giustificato motivo oggettivo, dei fondamenti e degli oneri probatori in punto di repêchage, dei presupposti per l’accesso alle differenti fattispecie previste dall’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori. 

Ancora, il quadro normativo di riferimento è stato interessato dall’intervento della Corte Costituzionale, chiamata a vagliare la legittimità dell’impianto sanzionatorio delineato dal sistema delle cosiddette tutele crescenti. 

Dal Collegato Lavoro alla Corte Costituzionale, 8 novembre 2018, n. 194, questo il percorso che l’evento formativo si propone di affrontare favorendo il dialogo tra dottrina e giurisprudenza, e il confronto tra le professionalità tutte coinvolte nel processo del lavoro. 


Programma del corso 

Ore 9.00 Presentazione e introduzione alla prima sessione 

Chiara Colosimo 


Ore 9.30 Relazioni 

Il sindacato sul licenziamento, tra libertà di iniziativa economica, tutela dell’occupazione e dignità del lavoratore 

Fabrizio AMENDOLA  Corte di Cassazione, Sezione Lavoro 


Giustificato motivo oggettivo, incremento della produttività e crisi aziendale: quali condizioni di legittimità e quali limiti? 

Giovanna PACCHIANA PARRAVICINI  Università degli Studi di Torino 


(Pausa) 


IL CONFRONTO DEL MATTINO 

L’onere di repêchage alla luce del rinnovato art. 2103 c.c. 

ne discutono 

Silvia BALESTRO e Antonino DELLA SCIUCCA  Foro di Milano 


Manifesta insussistenza del fatto, violazione del repêchage e altre illegittimità: tra tutela reale e tutela indennitaria 

Elisabetta TARQUINI  Corte d’Appello di Firenze, Sezione Lavoro 


Ore 12.30 Dibattito 


Ore 13.00 Pausa Pranzo 

Ore 14.15 Sessione pomeridiana 


Ore 14.30 Introduzione alla seconda sessione 

Chiara Colosimo 


Ore 14.45 Relazioni 

Massimo PALLINI Università degli Studi di Milano

L’insussistenza del fatto contestato, tra genericità e tardività della contestazione 

 

Maurizio BORALI  Foro di Milano 

L’insussistenza del fatto “direttamente dimostrata in giudizio”, questione sostanziale o processuale? 


(Pausa) 


IL CONFRONTO DEL POMERIGGIO 


Conseguenze ed effetti previdenziali della reintegrazione 


ne discutono 


Roberta PALOTTI e Mirella MOGAVERO  Foro di Milano – Coordinatore distrettuale regionale INPS Lombardia 


Le tutele crescenti dopo la Corte Costituzionale 194/2018, quali effetti sull’impianto normativo e quali parametri di liquidazione 

Giuseppe NICASTRO  Corte Costituzionale 


Ore 17.45 Dibattito 

Ore 18.30 Conclusione dei lavori 


Il Programma del corso è allegato in calce

 
L’evento è stato accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano
 
Evento Gratuito

Le iscrizioni SONO RIAPERTE PER UN NUMERO LIMITATO SOLO PER I SOCI AGI, ringraziamo la SSM e il CSDN per la collaborazione

EFFETTUA IL LOGIN PER ISCRIVERTI SE SEI SOCIO AGI 

(PROCEDI ALL'ISCRIZIONE CONSULTANDO LA SEZIONE "EVENTI" NEL MENU' A TENDINA)

torna all'inizio del contenuto