Pubblicato il Dm Giustizia 163/2020 che attua la specializzazione forense

12 dicembre 2020

Generico ,

Pubblicato il Dm Giustizia 163/2020 che attua la specializzazione forense
Via finalmente alla specializzazione forense, dopo la falsa partenza del 2015 e i cinque anni perduti fra ricorsi al Tar, parziale annullamento del Consiglio di Stato e lungo iter per modificare il "Regolamento per il conseguimento e il mantenimento del titolo di avvocato specialista": la Gazzetta Ufficiale n. 308 di oggi, sabato 12 dicembre, pubblica il Dm Giustizia 1° ottobre 2020 con le modifiche al Dm 144/2015. In via generale il titolo sarà rilasciato, oltre che per "comprovata esperienza", dalle Scuole di specializzazione delle quali sarà riconosciuta la conformità alle "Linee guida" elaborate per tutti i settori e gli indirizzi di specializzazione, nonché da quelle delle associazioni specialistiche che stipulino convenzioni con il Consiglio nazionale forense e le università, sul modello già anticipato dall'attuale convenzione Cnf-Agi per la Scuola di Alta formazione in Diritto del lavoro, sindacale e della previdenza sociale "Luca Boneschi", che ha appena pubblicato il bando per il IX biennio 2021-2022. Inoltre le disposizioni transitorie prevedono il conferimento del titolo ai giovani avvocati che abbiano conseguito l'attestato della scuola di specializzazione negli ultimi cinque anni.

Il presidente di Agi, Aldo Bottini,  esprime soddisfazione per il traguardo raggiunto: "E' un giorno importante, per il quale Agi e le altre associazioni specialistiche sono nate nei primi anni duemila, e per il quale ci siamo fortemente impegnati. Diamo volentieri atto al ministro Bonafede di aver mantenuto l'impegno preso al convegno on line dei giuslavoristi. Da oggi i cittadini e le imprese sono più garantiti e potranno scegliere consapevolmente i loro consulenti".

Il lavoro non è finito: "Ora l'impegno diventa operativo, per proseguire l'esperienza didattica della Scuola e per il riconoscimento del titolo dei colleghi giovani e di quelli più esperti".

torna all'inizio del contenuto